Ma anche quelli che…

cuffie

Ma anche quelli che…
…non è che sono stronzo è che ho subito talmente tanto in vita mia che…
Quelli che non capiscono il prezzo di tutta questa tristezza. Nemmeno nei giorni di pioggia.
Quelli che hanno studiato talmente tanto da giovani da non dover più aprire libro o documentarsi su nulla prima di aprir bocca.
Quelli che scrivono su facebook che scrivere su facebook è indubbiamente cosa da imbecilli.
Quelli che ustascia o cecchini serbi o armata rossa, basta sia un po’ slavo e un po’ crudele che va bene tutto e fa situazione.
Quelli che provano la stessa sensazione per tutto ciò che viene da Londra.
Quelli che hanno confuso Hailé Selassié per il messia.
Quelli che invece hanno confuso Iosif Stalin per Hailé Selassié.
Quelli che Renzi è il cambiamento…
Quelli che le riforme. Quali? Le riforme… le riforme. Boh!
Oh, yeah!
Quelli, ma indubbiamente quelle, che ti mettono l’insufficienza appena ti guardano perché sono rimaste tanto impressionate dal potere della maestra sui bambini da non averne mai cavato fuori le gambe.
Quelli che sono tanto cinici da passare per intelligenti.
Quelli che nemmeno con il cinismo ce la fanno a passare per intelligenti.
Quelli che non sono fascisti, ma Giacinto Auriti sapeva il fatto suo…
Quelle che il patriarcato ci opprime, ma mio padre è oggettivamente dio in terra. Il tuo no, ma il mio sì, è autoevidente.
Quelli che PRESTO E’ URGENTEEEE!!!! CONDIVIDEREEEE!!! SVEGLIATEVI!!!
Quelli che a parte loro che son troppo superiori.. ma gli altri la raccolta differenziata e queste robe qua le potrebbero anche fare, ecco.
Quelli che cioè, si cambia il mondo dal nostro quotidiano… io per esempio lotto tutti i giorni…
Quelli che basta che attiri le energie positive. Basta che usi i pensieri positivi…
Oh, yeah!
Quelli, ma anche quelle, che il mondo si divide in chi gode col culo e chi no e loro appartengono alla seconda categoria, ma invidiano la prima.
Quelli che tanto quanto i froci ok, ma i gay…
Quelli che ci tengono a precisare che non hanno mai letto un libro. Come se non si vedesse.
Quelli che leggono libri talmente di merda che sarebbe meglio non avessero mai letto un libro.
Quelli che leggendo giallistica si sentono in grado di discutere di ogni cosa… e si vede che hanno capito chi è l’assassino.
Oh, yeah!
Quelli che.. non ci si fa ad andare avanti e poi ti chiedono dove vai in ferie.
Quelli che parlano del fatto del giorno sfottendo quelli che parlano del fatto del giorno.
Quelli, e indubbiamente quelle, che nella vita sembra non abbiano mai trovato niente di meglio da fare che rompere i coglioni a chi hanno dintorno.
Quelli/e che il mondo si divide in due categorie: chi deve essere servito e chi deve servire e loro sono nati/e nella prima. E te di solito nella seconda.
Quelli come qui sopra che cercano di non farsene accorgere…
Quelli che non hanno pace e non sopportano che gli altri si diano pace.
Quelli/e che non sono nevrotici… hanno carattere.
Quelle che non sono bigotte, quando distribuiscono identikit del comportamento sessuale femminile noioso perfettamente lecito, sono femministe.
Quelli che non sono paraculi, sono moderati.
Quelli che non sono imbecilli, sono estremisti.
Quelli che non sono fascisti, sono nervosi…
Quelli che quando c’era Lui. Oppure Lui… oppure Lui…
Quelli che invece quando c’era Lei (solo Lei).
Quelli che prima o poi bisogna riprendere in mano il fucile (perché quando mai l’hanno preso?).
Quelli che risolvono i loro problemi andando veloce in automobile.
Quelli che si lamentano al posto di quelli che avrebbero il diritto di lamentarsi.
Quelli che è scritto sulla Bibbia o l’ha detto il profeta. Insomma quella roba lì..
Quelli che conoscono una che ha girato un film porno e ci tengono a precisare che è una brava ragazza. Perché che doveva essere un’assassina?
Quelli che sono bravi a bere birra. Come riesce a loro…
Quelle che sono troppo fiche perché, quando dicono trivialità assolute, tu possa pensare che sono stupide senza provare un senso di allerta o pericolo per potenziale mancato guadagno.
Quelle che valorizzano il fidanzato e si fidanzano con uomini che devono essere valorizzati.
Quelli che sono come nella pubblicità delle automobili in TV, sicché sono a posto con tutti.
Quelli che siccome appartengono ad una minoranza sono a posto con tutti.
Quelli che siccome conoscono chi conta sono a posto con tutti.
Quelli che non c’è gusto in Italia ad essere intelligenti, ma ad essere teste di cazzo ce n’è sempre stato parecchio.
Oh yeah!

This entry was posted in General, Generale and tagged , , . Bookmark the permalink.

1 Response to Ma anche quelli che…

  1. serena says:

    La regola base del “quelli che” mima quella di un sistema di classificazione ben congegnato. Deve essere onnicomprensivo, e traslando il significato sul genere in questione significa che nessuno si deve sentire ‘assolto’. Se trovi qualcuno che, in cuor suo, non vi si legge, pur di sbieco, il brano è da riscrivere. Dal canto mio è perfetto.. clap clap 🙂 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *