Folclorismo? No, grazie!

Grazie a Luisa per l'immagine.

Grazie a Luisa per l’immagine.

Folclorismo? No, grazie!
Il centro-centro-sinistra (e la sinistra-sinistra) dicono che questo voto al M5S è il frutto di una degenerazione culturale. E’ puro voto di protesta. Magari è anche vero. Però se il voto di protesta fosse andato a loro in questo paese non ci sarebbe stata nessuna degenerazione culturale? E’ questo il modo di leggere il presente?

La sinistra-sinistra dice che Grillo è fascista. Se dici che non è questo il modo di analizzare la realtà c’è subito qualcuno che ti chiede se sei un fan di Grillo. -No, non mi piace nemmeno…- Vabbé ti devi giustificare, devi usare un sacco di parole per riallacciare certi circuiti neurali un pò irrigiditi dalla stessa degenerazione che vorrebbero mettere sotto accusa negli altri. Così come durante le leggi razziali se dicevi che gli ebrei non erano una razza inferiore ti chiedevano se eri ebreo.

Il M5S è un Frankenstein politico retto insieme da un controllo di marchio del leader carismatico. Lo abbiamo capito TUTTI/E. Però quelli/e che non hanno saputo canalizzare tutta questa energia e che hanno permesso che tutta questa spinta anche ideale finisse nel Frankenstein (e che hanno impedito che altri lo facessero meglio di loro come da italica tradizione) anziché tradurla in qualcosa di efficace, diffuso e radicato e magari di sinistra cercano adesso di denunciare l’anima fascista del movimento di Grillo & Co. Alcuni sperano invece che sia l’anima di sinistra ad emergere dal magma caotico per motu proprio…

Nel post precedente dicevo che almeno c’è una forza col 25% che mette in cima alle priorità reddito di cittadinanza e rifiuto delle grandi opere. Non sarà quella che realizza tutto questo, ma voglio dire che ha mostrato che questi sono argomenti che nonostante il black out informativo sono entrati nel dibattito delle persone.

Ora, in questo paese non fai in tempo a dire: -aspettiamo a dire che è merda…- che ti arriva la dimostrazione che di merda ce n’è anche troppa. Mi riferisco alla neo senatrice Lombardi e alle sue dichiarazioni scritte sul proprio blog.

Ieri ho scritto questa decostruzione estemporanea del passaggio dove Roberta Lombardi parla di neofascismo-il resto del post potrebbe appartenere sia alla parte incolta dell’estrema destra movimentista che all’estrema sinistra giovanilista.-

Roberta Lombardi
-Capogruppo al senato M5S-
http://robertalombardi.wordpress.com/2013/01/21/italia-sotto-formaldeide/

Se parliamo delle ideologie, penso all’episodio recente di “Grillo che apre a Casapound”. Prima questione: qualcuno mi dice, finché esistono loro il fascismo non sarà morto, quindi non mi dire che questa ideologia non rappresenta una minaccia presente. Da quello che conosco di Casapound, del fascismo hanno conservato solo la parte folcloristica (se vogliamo dire così), razzista e sprangaiola.

[Commento: spranghe folclorististiche?]

Che non comprende l’ideologia del fascismo, che prima che degenerasse aveva una dimensione nazionale di comunità attinta a piene mani dal socialismo, un altissimo senso dello stato e la tutela della famiglia.

[Commento: http://it.wikipedia.org/wiki/Terza_Posizione + ignoranza +marketing…]

Quindi come si vede Casapound non è il fascismo ma una parte del fascismo. E quindi solo in parte riconducibile ad esso. Seconda questione, e questo per me è il punto fondamentale, sono 30 anni che fascismo e comunismo in Italia non esistono più.

[Come si vede da cosa?.. Casapound non è il fascismo (frase sintatticamente corretta ma priva di significato)… Come dire “Lotta Continua non è il comunismo….Gianni nudo non è il nudismo…”. Poi, per il fascismo sono passati più di 30 anni. Il comunismo non c’è mai stato. A parte nei discorsi di Berlusconi.]

Invocarne lo spettro a targhe alterne è l’ennesimo tentativo di distrazione di massa: ti agito davanti il noto spauracchio perché voglio far leva sulle tue paure per portarti dalla mia parte.
Non sono i fascisti o i comunisti che ci hanno impoverito, tolto i diritti, precarizzato l’esistenza, reso un incubo il pensiero del futuro.

[Commento: anche vera, se fosse presa fuori dal contesto questa parte sarebbe condivisibile. Forse vale la pena ricordar Pasolini: -Io so i nomi di coloro che, tra una messa e l’altra, hanno dato le disposizioni e assicurato la protezione politica a vecchi generali (per tenere in piedi, di riserva, l’organizzazione di un potenziale colpo di Stato), a giovani neofascisti, anzi neonazisti (per creare in concreto la tensione anticomunista) e infine ai criminali comuni, fino a questo momento, e forse per sempre, senza nome (per creare la successiva tensione antifascista).- P. P. Pasolini -Romanzo delle Stragihttp://www.pasolini.net/saggistica_scritticorsari_c.htm]

[il resto del post è un collage di post-ideologia movimentista (compresa quella di sinistra che oggi s’indigna tanto) + discorsi da pausa caffé in ambiente universitario.

Una domanda: perché non le ha scritte prima delle elezioni queste perle di saggezza la neo senatrice Lombardi? Conclusione: brutto un paese sotto formaldeide. Magari da non sostituire con olio di ricino.] :::Fine del post fb-

Quindi con la senatrice Lombardi scopriamo il folclorismo. Quel miscuglio di semplificazioni da cultura media che considera l’abitudine di prendere a sprangate l’avversario politico o l’altro in genere una colorita pratica ginnica.

Mi sento solo di segnalare questo articolo di cui condivido tutto: Il fascismo non è uno scherzo: lettera aperta a Roberta Lombardi

Appunto mentale: in effetti il giochino delle smentite del giorno dopo l’ha imparato presto dalla vecchia politica…

[GC :::2013:::]

PS : questo non è comunque un invito a tutti quelli/e che, fuori e dentro le istituzioni (per così dire), dopo il voto avevano raggiunto un minimo di spirito autocritico a mandare tutto in vacca e rimettersi ad urlare che è solo colpa del popolo ottuso che non capisce la loro grandezza. Come sempre. Avevate cominciato bene. Cercate di non farvi distrarre dalla Lombardi.

PPS: ultimi ma non ultimi quelli che: a me della polemica sul fascismo ecc non me ne frega niente. -Non te ne frega niente perché sei un idiota.-

This entry was posted in Info, Script and tagged , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *