Comunità

Ghost TV

«Ciascuno di noi è nella catena alimentare dell’altro. Tutti. E’ uno sport individuale. Benvenuti al significato di individuale. Siamo tutti profondamente soli qui. E’ ciò che tutti abbiamo in comune, la solitudine».
«E Unibus Pluram», riflette Ingersoll.
Hal li guarda tutti in faccia. Quella di Ingersoll è completamente priva di sopracciglia, rotonda e spolverata di lentiggini come un pancake della Sig.ra Clarke. «E allora come facciamo a stare inseme? Come si fa ad essere amici? Come può Ingersoll fare il tifo per Arslanian nei singoli di Idris a Port Washington quando, se Idris perde, Ingersoll può ridiventare titolare al posto suo?»
«Non mi serve il suo tifo perché io sono pronto». Arslanian scopre i canini.
«Be’, è proprio di questo che stiamo parlando. Come possiamo essere amici? Anche se viviamo e mangiamo e ci laviamo e giochiamo insieme, come possiamo evitare di essere centotrentasei persone profondamente sole, tutte ammassate insieme?»
«Stai parlando di comunità. Dici questo per la comunità».
«Secondo me è l’alienazione», dice Arslanian, e si volta per far caprie che sta parlando con Ingersoll. «Individualismo esistenziale, frequentemente chiamato in causa nell’Occidente. Solipsismo». Il suo labbro superiore sale e scende sui denti.
Hal dice: «Per farla breve, si sta parlando di solitudine».

David Foster Wallace -Infinite Jest

This entry was posted in Generale, Info and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *