Keep Calm…

cVnpLtRo

Avevo scritto un post offensivo. L’ho cancellato non per rispetto dei destinatari delle offese, ma piuttosto per rispetto mio e per timore che un po’ di certa spocchia che tento di combattere mi si appiccichi addosso.
Provo a scriverlo su un registro politically correct che a tutti/e gli/le adepte dell’associazionismo PD piace tanto. Questo tipo di personaggi si sono sentiti molto tirati in causa dalla questione greca e, data l’onda di giubilo a sinistra, si sono messi persino in testa il cappello dell’ironia e del cinismo, assumendo l’insolito ruolo di voci controcorrente.
Ecco volevo dire questo:
1) se pretendete di risolvere l’economia con l’esempio del fruttivendolo che vende a credito e del furbetto che non gli restituisce i soldi credo fareste bene a farvi un’idea anche superficiale dell’economia.
2) linkiesta è una roba di regime (siete rimasti gli ultimi a non saperlo).
3) abbiate il buon gusto di dichiarare che state con Renzi e con la Troika e che quindi il modello europeo degli ultimi quindici anni vi sembra soddisfacente piuttosto che fare i paladini del buon senso. Perché nel fatto che un paese possa essere fatto fallire come un calzaturificio non c’è nessun buon senso.
4) il pericolo dei colonnelli in Grecia non è una barzelletta. Quella dei colonnelli è stata l’ultima dittatura fascista in europa e l’unica in epoca moderna. Al punto che ha rappresentato a lungo e tuttora rappresenta per alcuni un modello negli ambienti dell’estrema destra.
5) non capisco cosa ci sia di buffo nel ricordare che la stessa Germania che ha sfruttato il meccanismo del debito a proprio vantaggio dall’istituzione dell’euro zona si vide negli anni ’50 dimezzare il proprio debito. Però a voi fa ridere, quindi ridete pure.
6) Le minacce e il terrorismo psicologico e finanziario dell’unione e l’uso dei media come propaganda di regime nei confronti di un popolo che è chiamato ad esprimersi su un referendum non è un fatto trascurabile.
7) se la Grecia avesse un arsenale nucleare nessuno si porrebbe nemmeno il problema del default.

Di sicuro ci sono almeno un’altra dozzina di punti, ma non ho tutto questo tempo da dedicare alla faccenda.

This entry was posted in General and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *