Control

Psico immagini - serie8_002- Gianni Casalini 2012

Control
-Qualcuno mi controlla.
-Ma come ti controlla?
-Sì, mi controlla. Mi vuole far fare quello che vuole. Ha degli obbiettivi suoi e vuole sostituirli ai miei.
-Allora ti controlla… Scrive la tua agenda.
-Ma io non ho un’agenda.
-E’ per dire… tu metteresti delle cose prima di altre, ma chi ti controlla fa in modo che tu metta certe cose prima di quelle che piacerebbero a te.
-Mi inganna.
-In un certo senso.
-?
-…
-E quali altri modi ci sono di controllare?
-Alcuni sono semplici. Non importa che l’aspirante controllore ti imponga la sua volontà interamente, magari interviene su alcune parti della tua volontà. Per poi divenire sempre più ingombrante.
-Non capisco.
-Mettiamo che tu stia facendo una cosa in un certo modo e tu impieghi un certo tempo e per te quello è il modo giusto e il tempo necessario per fare la cosa senza provarne fastidio.
-ok
-…potrebbe farti delle osservazioni sul tempo che impieghi a farla, oppure sul modo in cui la fai. Così facendo ti può sembrare costruttivo, amichevole, complice e guadagnarsi un varco.
-Non potrebbe esserlo davvero?
-Certo. Ma le finalità di chi controlla sono diverse da chi non desidera il controllo.
-E come…
-Prima cosa chiediti se chi ti dice di fare una cosa la sa fare. Poi, semplicemente, chiediti perché è interessato a quello che fai. Ognuno parla di sé stesso anche quando parla degli altri. Se sta parlando a te si sta esponendo. Quindi fa uno sforzo. Uno sforzo viene compensato per empatia o per interesse.
-Non ci sono altri modi?
-…
-Poi?
-Poi conta molto di più la sensazione generale che ti trasmette con la sua comunicazione che quello che ti dice. Se trasmette sensazioni sgradevoli è fuori luogo in modo sospetto. In particolare la domanda è: mi pone sotto stress?
-Non si mette qualcuno sotto stress per aiutarlo?
-No, ma esistono alcune persone che credono di farlo… quasi in buona fede.
-Lo fanno in modo inconsapevole quindi.
-mmhh, sono inconsapevoli, ma sono interessate.
-Ma per te tutti sono interessati!
-In un certo senso sì. Questo non è un male in assoluto. Avere un corpo significa essere interessati.
-E allora?
-Chi controlla vuole agire tramite il tuo corpo.
-…

[GC :::2012:::]

This entry was posted in Script and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *