Amina

Amina

“…siamo in guerra. Una guerra tra due epoche. Una guerra tra una mentalità retrograda che appartiene al medioevo ed una progressista radicata nel 21° secolo. Una guerra fra libertà e oppressione. Una guerra tra democrazia e dittatura. Una guerra fra coloro che trattano le donne come cani e coloro che gridano ‘siamo donne, siamo esseri umani’. […] Io denuncio l’islamizzazione radicale e la distruzione degli ideali della primavera araba”.

Amina, la diciannovenne Femen tunisina è scomparsa

Si chiama Amina, rischia la lapidazione

“…la Tolleranza è una virtù ammirevole, tranne nei casi in cui tollera l’Intolleranza.”
Vitaliano Brancati

Sui metodi delle Femen ho sempre avuto delle perplessità, però devo riconoscere loro il merito di fare uscire il marcio a galla. Se c’è chi, come l’imam Abdel Almi, si permette di dichiarare: “E’ una blasfema, dovrebbe ricevere dieci frustrate e poi va lapidata finché morte non sopraggiunga” è giusto essere partigiani e non nascondersi dietro un dito. Io sono di parte e non tollero la cultura dell’intolleranza che si nasconde dietro la richiesta di tolleranza. Ogni islamismo è un fascismo. Ogni integralismo religioso è un fascismo. Chi lo tollera nel nome dell’irredentismo, del nazionalismo o dell’anti-imperialismo, appoggia di fatto un fascismo. Io sono di parte e credo che di gente come Abdel Almi questo mondo potrebbe benissimo farne a meno.

Vedi anche: Imagine no religion

This entry was posted in Generale, Info, Script and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *