No alla deportazione dei cani di Volterra

Rhyton_en_forme_de_tête_de_chien.jpg

Quella che segue è una lettera presa dalla pagina fb “No alla deportazione dei cani di Volterra”. Chiedo a chi legge questo post di spedire almeno un’email agli amministratori secondo le istruzioni dell’associazione animalista che sta cercando di gestire la cosa.

Cosa è successo a Volterra? Semplice: è stato risolto il problema dei propri cani randagi con una gara di appalto al ribasso. Ha vinto un canile di Matera. Città con già rilevanti problemi di randagismo, ma evidentemente con strutture in grado di abbassare i prezzi all’inverosimile nelle gare di appalto.
Per ora non aggiungo altro, sebbene ritenga la faccenda disgustosa… invito tutti a fare qualcosa di utile. Spedire un’email è un gesto semplice e non vi richiede molto tempo. Se potete fare di più meglio. Ma in ogni caso avrete fatto qualcosa.
Gianni

Per favore massima diffusione!!!! dobbiamo evitare questa deportazione,chi può bisogna adottare o trovare stallo a questi cani!!!questi cani!!! CERCANO URGENTEMENTE ADOZIONI E STALLI X I 65 CANI (DELLA NOSTRA TOSCANA) Il comune di volterra ha appena terminato la gara di appalto per assegnare la custodia e il mantenimento dei propri cani attualmente ospitati nel canile di reggio emilia. La gara di appalto pare sia stata vinta da un canile meridionale. Invito tutti a scrivere le proprie opinioni in proposito al sindaco di Volterra e a telefonare, per chiarimenti, informazioni e magari appuntamenti per discutere la cosa. Chi volesse adottare un cane del comune di volterra puo’ trovare alcune fote nel sito qui sotto riportato. Il modulo per la richiesta di adozione si trova invece nel sito del comune di volterra. Segnalatemi per favore se richiedete in adozione cani di questo comune, per tenere il conto e per evitare di richedere in piu’ persone lo stesso cane. Fate girare questo appello. il sito e’ www.pelosidireggio.it XInfo valeria.clav@gmail.com 051-9912716 sera

Chiediamo a voi di aiutarci ad impedire un simile scempio scrivendo a:

sindaco@comune.volterra.pi.it, m.cecchelli@comune.volterra.pi.it, g.raffini@comune.volterra.pi.it , r.trafeli@comune.volterra.pi.it, r.fedeli@comune.volterra.pi.it, r.costa@comune.volterra.pi.it, p.moschi@comune.volterra.pi.it, e.tonelli@comune.volterra.pi.it, s.lonzi@comune.volterra.pi.it , g.gazzarri@comune.volterra.pi.it, l.silvi@comune.volterra.pi.it

Grazie a tutti

testo base lettera – possibilmente da personalizzare, ma senza offese e toni maleducati:

Gentile sindaco,
le scrivo riguardo alla gara di appalto per l’assegnazione della gestione dei randagi del vostro comune. Ho visto il testo della gara, fatta al ribasso, come spesso purtroppo accade, con punteggio assegnato soprattutto in relazione al prezzo al giorno praticato per ogni cane. Ho saputo, e le chiedo conferma, che la gara e’ stata vinta da un canile meridionale. Naturalmente questa notizia mi ha molto allarmato e sorpreso, mi risulta infatti difficilmente comprensibile che si possa pensare di mandare i cani toscani in meridione, dove l’emergenza randagi e’ veramente alta e i canili sono al collasso per il numero elevato di cani, tanto che i volontari del sud ci chiedono continuamente aiuto per le adozioni. Inoltre, come possiamo pensare di seguire i cani, pubblicizzarli e trovare loro buone adozioni dopo averli trasferiti cosi’ lontano? Quando ci sono canili TOSCANI qualificati e dotati di quotidiana presenza di volontari che curano sgambatura e adozione dei cani ospiti.
Il prezzo praticato al giorno per ogni animale non puo’ essere esclusivo motivo di scelta, perche’ cosi’ facendo si sprecano soldi pubblici per mantenere a vita cani che non troveranno mai un’adozione. Investire invece in canili vicini, anche se costano un po’ di piu’, vuol dire puntare sulla possibilita’ di dare agli animali una sistemazione in famiglia con conseguente risparmio di denaro pubblico e rispetto dei diritti, ormai ampiamente riconosciuti dalla legge, degli animali.
Spero che si possa trovare la maniera di collocare diversamente tutti questi cani e che mai si arrivi all’assurdita’ di un trasferimento al sud, contro il quale, penso, si schiereranno tutti i volontari e le associazioni animaliste.
Spero voglia discutere con i volontari e le associazioni locali al fine di trovare una ragionevole soluzione, anche in riferimento al comma 9 dell’art. 32 della Legge Regionale Toscana n. 59 del 20/10/2009, dove viene data priorità ai canili del territorio :”In via temporanea, i comuni che non dispongono di strutture proprie utilizzano, nel rispetto dei criteri di cui al comma 8, i canili presenti sul territorio regionale o di comuni limitrofi anche se appartenenti ad altre regioni.”

Nome
Cognome
Città

This entry was posted in Generale, Info, Script and tagged , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

One Response to No alla deportazione dei cani di Volterra

  1. Giulia Ansuini says:

    Lasciate i cani dove stanno. Aiutate /Favorite a date la totale resposabilita’ dei cani di VOLTERRA a lo stesso comune. MATERA RINUNCI A LORO !!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *