La neo-democrazia, ia ia oh!

Sammy Slabbnick, The Siren

Sammy Slabbnick, The Siren

di: Jo Kondo

Vi sarà capitato di trovarvi in un luogo pubblico ad osservare i passanti, famiglie, mamme con bambini, anziani, maschi adulti, ragazze giovani. Vi sarà capitato di notare una cosa: l’espressione rassegnata degli adulti e la bruttezza dei bambini. Bruttezza è dir poco. Bruttezza è un concetto legato all’estetica. Non sono brutti sono proprio dei mostri.
Mostruosità esistenziale con sporadiche eccezioni.
Fastidiosi, disturbati, violenti o catatonici.
Vi sarà capitato di notare che i bambini degli stranieri appaiono un po’ meno mostruosi. Ancora un po’ bambini.
Vi sarà capitato di chiedervi perché. A me è capitato di chiedermelo. Certo la famiglia. Ma qual’è la loro famiglia? Quella cresciuta con Drive In e Beverly Hills 90210. Quel telefilm dove la realtà dei poveri veniva rappresentata da attori che recitano di essere ricchi.
I genitori di quei bambini sono miei coetanei ed uno dei motivi per cui i loro figli appaiono mostruosi è che i genitori a loro volta erano e sono dei mostri, ma in un diverso grado di evoluzione. Come i Pokemon.
Vi ricordate niente di Beverly Hills 90210? Io mi ricordo di aver visto solo una puntata in vita mia. Erano tutti carini e spulizziti, le femmine più carine e spulizzite dei maschi ed erano tutte fiche ad eccezione di una che era una ragazza normalissima, anzi un po’ bruttina e però sono venuto a sapere che era la figlia del produttore. La loro unica attività era flirtare; non facevano un cazzo e non capivano un cazzo. C’era uno figo che faceva il bullo, ma dei quartieri alti e aveva tipo problemi con la droga (e non capivo se troppi o troppo pochi). Mi ricordava tanto Fonzie nella versione non-c’è-nulla-da-ridere.
In questa puntata dicevo c’era un tizio con dei capelli a stupido che si voleva comprare una automobile d’epoca ed i genitori trovavano la cosa un po’ dispendiosa, ma nel senso di diseducativa. Allora lui da bravo ragazzo qual’era, tirava fuori la grinta e andava a lavorare come cameriere in un pub e dopo un mese di duro lavoro si compra l’auto.
Per forza siete dei mostri. Mangiate merda a tutte le ore. Da generazioni.
Il *canale* da cui questa merda viene servita su un piatto di merda placcata oro, da generazioni, è quello di un signore che aveva capito a suo tempo che con i ripetitori e le frequenze si fanno tutti gli altri affari. E lui gli affari li ha fatti tutti.
Quel tizio aveva capito l’essenza della neo-democrazia.
Ora, schiere di sociologi vi complicheranno il concetto. Ma è semplice. Dittatura è quando una minoranza esercita il potere su tutta la società e per fare questo ha bisogno di una polizia politica. Invece nella neo-democrazia una minoranza esercita il potere su tutta la società tramite una maggioranza.
In una dittatura ci sono strumenti di polizia e strumenti di propaganda. Nella neo-democrazia ci sono gli stessi strumenti, ma in ordine di importanza invertito.
Oppure: in una dittatura il potere vorrebbe avere un apparato di polizia talmente efficiente da non aver bisogno nemmeno della propaganda. Nella neo-democrazia il potere vorrebbe avere un apparato di propaganda talmente efficiente da non aver bisogno dell’uso della polizia. Sono sempre presenti entrambi. (Questo è il motivo per cui i neo fascisti a volte sembrano dire cose addirittura condivisibili su questo tipo di società oppure adottano argomenti democratici. Se indagate scoprirete che vogliono la stessa violenza sociale dell’esistente, ma con strumenti invertiti.)
Dopo la generazione B.H. la generazione Endemol. Reality e merendine tossiche per i grandi ed i piccini.
Mi immagino che vi sia capitato di pensare che i responsabili di tutto questo dovrebbero essere processati in un processo tipo Norimberga, tanto per capirsi. Ma i responsabili di tutto questo sono i vincitori e non gli sconfitti di questa società e questo complica parecchio le cose in tal senso.
Vi sarà capitato di pensare che quello che ha trasformato (o sta trasformando) i vostri bambini in dei mostri è paragonabile non tanto a Hitler o Mussolini. Piuttosto ad un Goebbels battutiere italoide. E con uno tipo Goebbels non ci si governa per nessun motivo.
A me queste cose è capitato di pensarle, ma non mi era mai capitato di pensare che governare con un Goebbels post moderno, responsabile della derecebrazione di un intero popolo e della degenerazione culturale di un intero paese potesse invece rientrare nella categoria della -responsabilità-. Invece nella neo-democrazia questo appare a molti un atto responsabile.

This entry was posted in Generale, Info, Script and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *